PROGETTO “DIAMO LA PAROLA AI BAMBINI”

Aiutiamo i bambini con Neurofibromatosi a superare i problemi di linguaggio, cognitivi e di apprendimento!

La Neurofibromatosi (NF) è una malattia genetica molto diffusa (circa ventimila pazienti in Italia) caratterizzata da una grande varietà  di sintomi clinici, per i quali attualmente non esiste una cura. I pazienti con NF sono esposti già  dall’infanzia ad un rischio molto elevato di sviluppare tumori, soprattutto nel sistema nervoso. L’Associazione LINFA, Lottiamo Insieme per la NeuroFibromatosi, diffonde la conoscenza sulla malattia per sensibilizzare l’opinione pubblica e promuove la ricerca per trovare cure per la NF.
Con questo progetto, LINFA vuole contribuire a migliorare la qualità  della vita dei bambini con NF. Questi bimbi presentano spesso disturbi del linguaggio, dell’apprendimento, dell’attenzione e deficit cognitivi, che rendono difficile per loro esprimersi correttamente attraverso il linguaggio, compiere determinati ragionamenti o, ancora, raggiungere il successo formativo in ambito scolastico. Il mancato riconoscimento e trattamento dì questi disturbi può portare a importanti difficoltà  relazionali e d’inserimento scolastico, con conseguenze anche nel corso dell’adolescenza e dell’età  adulta.

Una seduta di riabilitazione

Una seduta di riabilitazione

PERCHE’ QUESTO PROGETTO
I disturbi del linguaggio e i deficit cognitivi, se riconosciuti per tempo, sono recuperabili. Grazie ad una valutazione neuropsicologica completa e ad un intervento riabilitativo personalizzato e condotto in collaborazione con la famiglia del bambino, con la scuola, e con i relativi operatori sanitari, il bambino con NF può avere successo a scuola come tutti i suoi compagni, e stabilire con loro relazioni normali.

COME PUOI AIUTARCI
La valutazione e il trattamento dei bambini con NF vengono compiuti da molteplici figure professionali (foniatra, neuropsichiatra infantile, psicologo, logopedista, psicomotricista). I costi di tali prestazioni non sono coperti dal sistema sanitario nazionale e pochi sono i professionisti che hanno competenze specifiche sulla NF. Regala ai bimbi con NF un percorso di valutazione e di successiva riabilitazione logopedica, e aiuta LINFA a creare a Padova un polo di eccellenza specializzato per il trattamento integrato di questi disturbi.
Insieme possiamo aiutare i nostri piccoli amici a raggiungere molti, importanti traguardi per la loro vita!

Con i 6000 euro del progetto si può assicurare un percorso riabilitativo semestrale per un gruppo pilota di 7 bambini NF. Con 50 euro si può assicurare una valutazione iniziale di un bambino; con 150 euro, una valutazione completa; con 300 euro, due mesi di terapia per un bambino.

Per sostenere questo importante progetto  rivolto ai bambini malati di neurofibromatosi clicca qui.

E’ possibile sostenere il progetto “Diamo la parola ai bambini” anche attraverso la piattaforma online CharityStars cliccando QUI

5 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] e a tutte le persone che partecipano alle aste proposte Linfa Onlus  sta finanziando il progetto Diamo la Parola ai Bambini che ha l’obiettivo di sostenere i disturbi di apprendimento e i deficit di tipo cognitivo in […]

  2. […] della Borsa Linfa, del progetto di ricerca scientifica Una Sfida per la Vita e del progetto Diamo la parola ai Bambini, l’Associazione mira costantemente a diffondere la conoscenza delle Neurofibromatosi e a […]

  3. […] tutte le persone che parteciperanno alle aste proposte da Linfa Onlus verrà  finanziato il progetto Diamo la Parola ai Bambini che ha l’obiettivo di sostenere i disturbi di apprendimento e i deficit di tipo cognitivo in […]

  4. […] la seconda asta di Charitystars dedicata a Linfa e al finanziamento del progetto Diamo la Parola ai Bambini. All’asta un fantastico paio di ballerine in camoscio porpora O Jour disegnate da Giorgia […]

  5. […] Linfa ha lanciando sulla piattaforma il progetto Diamo la Parola ai Bambini che ha l’obiettivo di migliorare la vita dei bambini con neurofibromatosi 1 finanziandone le […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *