Assemblea 15 aprile – Intervento dell’oncologo oculare

dott. Raffaele Parrozzani

Come sappiamo, i noduli di Lisch e il glioma delle vie ottiche sono due criteri diagnostici per la NF1.
La valutazione che viene eseguita sinora è una valutazione con la lampada a fessura. Tale esame può essere complesso nei casi di pazienti poco collaboranti, ossia i bambini. L’intervento descrive nuovi metodi e una nuova strumentazione: un’apparecchiatura che a mezzo di filtri luminosi dà  risalto ai vari tessuti e fa delle foto alla retina. L’indagine può essere usata anche con i bambini molto piccoli.
Altro esame è una specie di Tac, un’indagine quasi istologica della retina che dà  anche una analisi dello spessore dello strato retinico che, in funzione dell’ampiezza, può essere normale o nascondere qualche patologia. In questo modo, anche nei bambini molto piccoli, si può vedere se ci possono essere problemi del nervo ottico, evitando la risonanza magnetica o il campo visivo.
Quello che alla fine il dr.Parrozzani sottolinea è che usare un approccio integrato e moderno rispetto a quello che è la visita oculistica di base è finalizzato sia alla salute del paziente che alla ricerca di nuovi criteri diagnostici.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Intervento dell’oncologo oculare c/o ambulatorio oculistico dr. Raffaele Parrozzani […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *