Linfa aderisce a Neurochirurgia Familiare: una giornata di dialogo aperto tra illustri chirurghi di patologie pediatriche, familiari ed associazioni di pazienti

Un incontro dedicato alle famiglie e per le famiglie, un’opportunità  unica di dialogo fra illustri chirurghi e familiari  di bambini colpiti da patologie gravi quali tumori celebrali, idrocefalo, malformazioni cranio-spinali, epilessia, ictus e neurofibromatosi.

E’ questo il significato di  Neurochirurgia Familiare, organizzata dal Dipartimento di Neuroscienze e dal Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino dell’Università  degli Studi di Padova, che si terrà  il 30 settembre 2017 a partire dalle ore 10 presso l’Aula Magna  del nostro Ateneo, a Palazzo del Bo, via VIII Febbraio n. 2.

Neurochirurgia Familiare non sarà  un convegno nà© un congresso ma una giornata di scambio reciproco che metterà  a confronto cinque chirurghi, formatisi nel nostro Ateneo ed esperti di queste patologie, con le famiglie dei piccoli pazienti, un’alleanza fra persone che hanno  un intento comune: comprendere quali sono oggi le migliori cure per i bambini affetti da queste malattie.

Andando  oltre il quotidiano fatto  di  diagnosi e terapie, si vogliono costruire delle relazioni autentiche fra persone che condividono esperienze simili, sebbene in ruoli differenti.

Come afferma il promotore di Neurochirurgia Familiare Prof. Domenico D’Avella, Direttore dell’Unità  Operativa Complessa di Neurochirurgia Pediatrica dell’Università  degli Studi di Padova: “Nel caso di pazienti pediatrici l’alleanza tra chi cura e chi è curato diventa obbligatoriamente un’alleanza a tre, con la famiglia come terzo soggetto, oltre a medico e paziente, e altrettanto importante dei primi due”.

Un incontro che non intende sostituirsi al rapporto medico-paziente, ancora più importante e delicato se i pazienti sono bambini, ma che vuole dare il suo contributo mettendo al centro le persone, le famiglie, le associazioni che le rappresentano: ognuno di loro, attraverso la propria esperienza personale, potrà  offrire occasioni di riflessione per tutti, anche a medici e ricercatori.

I chirurghi che si metteranno a disposizione delle famiglie presenti all’incontro sono:

  • il  prof.  Ennio Antonio Chiocca, della Harvard University, che affronterà  il tema  dei tumori del sistema nervoso centrale
  • il  prof.  Kazadi Kalangu, della Università  dello Zimbabwe, che parlerà  di idrocefalo e di malformazioni dell’età  infantile, come la spina bifida
  •  il  prof.  Alessandro Martini, direttore del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università  di Padova, che parlerà  della  neurofibromatosi  e dell’esperienza padovana relativa alla preservazione e riabilitazione dell’udito in questa rara patologia
  • il  prof.  Alessandro Olivi, della John’s Hopkins University e della Università  Cattolica di Roma, che si occuperà  di epilessia farmaco resistente che affligge un milione di bambini ed adolescenti in Europa
  • il  prof.  Mario Zuccarello, del Mayfield Institute di Cincinnati, che tratterà  di malattie cerebrovascolari.

Il 30 settembre noi di Linfa ci saremo e vi aspettiamo numerosi a Neurochirurgia Familiare: avrete la possibilità  di dialogare con alcuni fra i maggiori esperti al mondo di queste patologie e di essere ascoltati nella vostra esperienza quotidiana della malattia; potrete condividere con le altre famiglie informazioni e spunti di riflessione che andranno a beneficio di medici e ricercatori e alla loro attività  di cura e ricerca.

Vi ricordiamo infine che l’incontro si svolge nell’ambito del Congresso dell’European Association of Neurosurgical Societies (EANS), in programma dal 1 al 5 ottobre 2017 a Venezia, un altro importante appuntamento di rilievo internazionale che Linfa non mancherà  di seguire.

Per iscriversi all’incontro Neurochirurgia Familiare ed avere maggiori informazioni sul programma è possibile visitare il sito dedicato all’iniziativa: www.neurochirurgiafamiliare.it.

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *