Federica Chiara al corso Eupati per Pazienti Esperti: si parla di Affari Regolatori

Riparte domani la formazione dei Pazienti Esperti – tra i quali anche la nostra presidente Federica Chiara – nel corso “Patient Engagement nella Ricerca e Sviluppo di Farmaci Innovativi” con un modulo dedicato agli Affari Regolari in Europa e in Italia ovvero le procedure di autorizzazione necessarie per ottenere l’immissione in commercio dei farmaci.

“I pazienti esperti avranno presto un ruolo primario accanto a ricercatori, clinici, industrie ed enti regolatori. L’Accademia dei Pazienti li preparerà a questa sfida”.

Questo il messaggio lanciato dal presidente di Accademia dei Pazienti – Eupati Italia, Filippo Buccella, che insieme alla vicepresidente Dominique Van Doorne aprirà il sesto modulo del corso.

Tra i relatori segnaliamo l’intervento di Maria Grazia Evandri di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) che presenterà il sistema regolatorio a livello europeo e italiano.

Con Patrizia Popoli dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) si analizzerà la gestione regolatoria e si parlerà di valutazione delle sperimentazioni cliniche.

La Prof.ssa Paola Minghetti, docente presso il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche – Università degli Studi di Milano, affronterà il delicato tema dell’accesso del paziente al farmaco.

Infine, con il presidente Eupati Italia e Riccardo Palmisano di Assobiotec (Associazione Nazionale per lo Sviluppo della Biotecnologie) si parlerà di interazione fra industria farmaceutica e Paziente Esperto Eupati.

La nostra presidente ha seguito tutto il percorso formativo iniziato a gennaio e presto diventerà una Paziente Esperta!

“Credo molto in questo percorso di formazione per i pazienti, è fondamentale per aumentare la consapevolezza nei pazienti di poter partecipare direttamente alla messa a punto di una terapia per curare una patologia che affligga loro stessi o i loro cari. Anche per Linfa questo significa acquisire nuove competenze e riuscire a dare un supporto più mirato ai pazienti affetti da neurofibromatosi che spesso chiedono informazioni su nuove terapie farmacologiche”.

COS’E’ ACCADEMIA DEI PAZIENTI – EUPATI ITALIA

L’obiettivo di Accademia dei Pazienti è educare, formare e informare i pazienti affinché possano comprendere in cosa consiste l’attività di Ricerca e Sviluppo che c’è dietro un farmaco e in che modo possono dare il loro contributo.

Di fronte alla malattia ognuno può fare la differenza e il paziente può davvero diventare protagonista. Ma perché questo avvenga deve essere esperto ovvero preparato e formato.

Questa sfida a livello europeo è portata avanti dal progetto EUPATI – European Patients’ Academy for Therapeutic Innovation, lanciato grazie ad una iniziativa di IMI (Innovative Medicines Initiative).

In quest’ottica nasce nel 2014 Accademia dei Pazienti Onlus – Eupati Italia, impegnata affinché il progetto EUPATI possa svilupparsi anche nel nostro Paese attraverso la formazione dei pazienti e la collaborazione con Istituzioni, associazioni di pazienti, industria, comunità medica e scientifica.

Dal 2011 al 2017 l’Accademia ha lavorato per garantire una traduzione fedele e certificata del corso europeo in lingua italiana; oggi può offrire una formazione dedicata ai pazienti italiani.

Tra i paesi europei aderenti al progetto, l’Italia è il primo paese che ha lanciato il corso completamente tradotto nella propria lingua nazionale.

Gli obiettivi principali del corso Eupati sono:

  1. Permettere ai pazienti/caregiver e ai loro rappresentanti di diventare esperti in Ricerca e Sviluppo del farmaco, alla pari di tutti gli stakeholder coinvolti;
  2. Migliorare la capacità dei Pazienti Esperti di trasmettere la formazione all’interno delle proprie organizzazioni
  3. Facilitare il dialogo del paziente con l’industria, l’Università, le autorità e i comitati etici, assicurando una collaborazione alla pari tra pazienti e parti interessate nella Ricerca e Sviluppo.

Vuoi diventare Paziente Esperto anche tu? Scopri come!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *