Coronavirus: il decreto Cura Italia è legge

Il governo ha emanato il decreto Cura Italia, un pacchetto di misure a sostegno di sanità, famiglie, lavoratori e imprese per fronteggiare l’emergenza coronavirus e non lasciare indietro nessuno.

Il decreto “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” è stato firmato dal Presidente della Repubblica Mattarella, ieri è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è quindi diventato legge.

Tra le misure più importanti che vogliamo ricordare a favore di lavoratori e famiglie:

  • Congedi speciali per genitori lavoratori

Chi non può lavorare da casa potrà chiedere fino a 15 giorni di congedo speciale, retribuito al 50%, se ha figli fino ai 12 anni.
In alternativa si potrà richiedere un voucher per la babysitter di 600 euro.
Il contributo sale a 1.000 euro per medici, infermieri, tecnici sanitari e ricercatori.

  • Estesa la legge 104/1992

Si allarga il permesso della legge 104; il numero di giorni di permesso mensile retribuito coperto da contribuzione figurativa in caso di handicap grave passa da 3 a 12 giorni per ciascuno dei mesi di marzo e aprile 2020.

  • Lavoro agile per persone con disabilità e caregiver

Ai lavoratori del settore privato affetti da gravi e comprovate patologie, con ridotta capacità lavorativa, è riconosciuta una priorità all’accoglimento del lavoro agile.
I datori di lavoro sono inoltre tenuti ad autorizzare il lavoro agile ai lavoratori dipendenti che abbiano nel proprio nucleo familiare una persona con disabilità.

Leggi il decreto completo pubblicato in Gazzetta Ufficiale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *